Menu
AboutChirurgia EsteticaMedicina EsteticaRicostruzione SenoDiarioContatti
Menu

Ricostruzione seno con espansore

Ricostruzione mammaria con protesi temporanea

Ricostruzione seno differita

Ricostruzione mammaria a distanza di tempo

Ricostruzione seno immediata

Ricostruzione mammaria con protesi definitiva

Ricostruzione seno con lembi

Ricostruzione mammaria con tessuto autologo

Lembo Gran Dorsale

Ricostruzione seno con muscolo gran dorsale e cute del dorso

Lembo TRAM dell'addome

Ricostruzione seno con muscolo e cute addominale

Lembo DIEP dell'addome

Ricostruzione microchirurgica del seno con lembo perforante dell'addome

Oncoplastica

Ricostruzione seno con tecniche di estetica avanzata

Lipofilling Seno

Aumento del seno con tessuto adiposo e cellule staminali

Mastectomia Profilattica

Mastectomia preventiva per predisposizione genetica BRCA

Skin Reducing Mastectomy

Riduzione o mastectomia con ricostruzione immediata

Radioterapia e Ricostruzione mammella

Ricostruzione seno sottoposto a radioterapia

Linfedema e Chirurgia Vasi Linfatici

Microchirurgia del linfedema post dissezione linfonodale

Rimodellamento seno

Correzione difetti congeniti o seno operato

Asportazione fibroadenomi e noduli seno

Rimozione masse e neoformazioni seno

Correzione asimmetria e malformazioni seno

Correzione inestetismi del seno
Durata: 30-60 minuti
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con espansore può essere eseguita durante o dopo l'intervento di mastectomia, cioè di asportazione delle ghiandole mammarie. L’operazione consiste nel posizionamento di una protesi ad espansione, chiamata anche espansore o expander, sotto il muscolo pettorale. Tale espansore sarà successivamente gonfiato in Ambulatoriale durante le medicazioni.
Una volta raggiunto tessuto sufficiente, si procede al posizionamento della protesi definitiva per ottenere il risultato estetico desiderato.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 1-2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria differita o a distanza di tempo si esegue su pazienti che in passato si sono sottoposte a mastectomia, cioè all'asportazione delle ghiandole mammarie, e non hanno potuto ricostruire immediatamente il seno. È quasi sempre possibile ricorrere alla ricostruzione differita, anche a distanza di anni dall’asportazione delle ghiandole mammarie. Le tecniche utilizzabili per la ricostruzione differita sono l’espansione, il lipofilling o la ricostruzione con lembo. A seconda dei casi specifici, l’operazione può richiedere uno o più interventi, in ogni caso rapidi e privi di complicazioni.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 1 ora
Anestesia: generale

La ricostruzione immediata del seno è un intervento chirurgico che consente di ricreare la forma e il volume del seno subito dopo una mastectomia, ovvero l'asportazione delle mammelle. L'intervento può essere eseguito con diverse tecniche: solitamente si va a inserire una protesi mammaria definitiva, che non va quindi sostituita, che può essere modellata tramite il lipofilling, cioè utilizzando tessuti autologhi della paziente prelevati da altre zone del corpo come addome o schiena. Le incisioni generalmente sono posizionate intorno all'areola, nella piega sottomammaria o lungo la schiena, e lasciano cicatrici che sbiadiscono nel tempo.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con lembi è un intervento di chirurgia plastica avanzata che prevede l'utilizzo di tessuto autologo della paziente per la ricostituzione della forma e del volume del seno asportato. Il principale vantaggio dell'utilizzo dei lembi è l'assenza di protesi: sottoponendosi a un unico intervento, la paziente avrà una mammella costituita di solo tessuto autologo che si modificherà insieme al suo corpo, eliminando la necessità di ricorrere a ulteriori operazioni e ritocchi.

L’utilizzo dei lembi è necessario in caso di complicazioni da protesi mammaria o in caso di tessuti debilitati come quelli radiotrattati.

Seppur molto frequenti e considerate ormai interventi di routine da chirurghi plastici esperti, le procedure con lembi sono tecnicamente più complesse delle ricostruzioni con protesi: è quindi fondamentale rivolgersi a un chirurgo plastico esperto come il Dottor Cadenelli.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con il lembo Gran Dorsale è una tecnica di chirurgia plastica avanzata che consiste nel prelievo dalla schiena di cute, sottocute e muscolo gran dorsale per la ricreare il seno asportato. L'intervento viene eseguito per ricostruire il seno dopo la mastectomia o la radioterapia oppure nei casi in cui la ricostruzione con protesi non è possibile. La paziente può scegliere di ricorrere al lembo Gran Dorsale nel caso desideri una ricostruzione del seno totalmente con tessuto autologo.

L'intervento lascia una cicatrice localizzata su un lato del dorso, facilmente nascosta dal reggiseno.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con lembo TRAM, o muscolo retto dell’addome, consiste nel prelievo di cute e grasso in eccesso dall’addome per ricreare il seno asportato. Il tessuto adiposo e cutaneo viene prelevato come in una normale addominoplastica estetica e ricollocato per ricostituire e riempire la mammella.

L'intervento viene eseguito per la ricostruzione post mastectomia o radioterapia oppure nei casi in cui la ricostruzione con protesi non è possibile. La paziente può scegliere di ricorrere al lembo TRAM nel caso desideri una ricostruzione del seno totalmente con tessuto autologo.

Le cicatrici lasciate dall'operazione saranno le stesse dell'addominoplastica: a livello sovrapubico, nascoste sotto gli indumenti intimi.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 4 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con lembo DIEP, o lembo perforante dell’addome, è considerato il miglior intervento di ricostruzione mammaria. Si tratta di un intervento di microchirurgia eseguito al microscopio: la cute e l’adipe in eccesso, che normalmente verrebbero asportati con un’addominoplastica estetica, vengono prelevati dall’addome e riposizionati sul torace per ricostruire il seno. L’intervento è eseguito per la ricostruzione post mastectomia o radioterapia oppure nei casi in cui la ricostruzione con protesi non è possibile. La paziente può scegliere di ricorrere al lembo DIEP nel caso desideri una ricostruzione del seno totalmente con tessuto autologo.

Le cicatrici lasciate dall'operazione saranno le stesse dell'addominoplastica: a livello sovrapubico, nascoste sotto gli indumenti intimi.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 1-2 ore
Anestesia: generale

L’oncoplastica racchiude tutte le tecniche più avanzate di ricostruzione parziale o totale del seno a seguito di tumore o altra patologia. La scelta personalizzata dell'intervento più adeguato a ciascuna paziente richiede una conoscenza approfondita delle patologie e una grande esperienza nelle tecniche di ricostruzione mammaria: è quindi fondamentale affidarsi a un chirurgo plastico esperto. La giusta tecnica oncoplastica consente in gran parte dei casi una ricostruzione dall'aspetto naturale, sovrapponibile agli esiti della chirurgia estetica, nel rispetto di canoni estetici e desideri della paziente.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 30-60 minuti
Anestesia: generale

Il lipofilling è un’innovativa tecnica di chirurgia plastica che consente di aumentare o riempire il volume del seno attraverso il trasferimento del proprio tessuto adiposo. Oltre ad aumentare i volumi, il lipofilling ha il vantaggio di rigenerare i tessuti danneggiati attraverso l’azione delle cellule staminali contenute nel grasso. Nella zona “donatrice”, generalmente cosce o addome, viene eseguita una liposuzione con una cannula attraverso un'incisione di 2-3 mm. Il grasso corporeo aspirato viene trattato per separarne la parte più nobile, che successivamente è iniettata nella mammella in quantità che variano a seconda della taglia di seno che si desidera ottenere. Il risultato è molto naturale e armonico. L’aumento massimo ottenibile è di due taglie circa, a seconda dei casi. Una percentuale di grasso iniettato, che varia dal 30% al 70%, viene riassorbita dall’organismo, quindi un solo trattamento potrebbe non essere sufficiente per ottenere il risultato desiderato.

Regime intervento: Day Surgery con dimissione dopo poche ore

Post-operatorio: la paziente può rincasare già qualche ora dopo l’intervento. Il recupero è rapido e non doloroso: è possibile riprendere le attività quotidiane quotidiane già 24 ore dopo l’intervento e l'attività sportiva dopo qualche settimana

Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La mastectomia profilattica o preventiva consiste nell'asportazione delle mammelle in caso di familiarità al tumore della mammella o di predisposizione genetica ai geni BRCA1 e BRCA2. Esistono diversi tipi di mastectomia e di ricostruzione post-operatoria, ognuna con un’applicazione specifica per ciascuna paziente, in modo da ottenere il miglior risultato estetico e funzionale. Nella maggior parte dei casi è possibile eseguire mastectomia e ricostruzione durante lo stesso intervento: in questi casi si parla di ricostruzione immediata.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La mastectomia Skin Reducing si esegue quando una mammella sottoposta a mastectomia necessita di una riduzione perchè di dimensioni troppo grandi. Questa tecnica consente di eseguire una riduzione di tessuto insieme all’asportazione completa della ghiandola mammaria, con un risultato estetico il più delle volte migliorativo.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Pur essendo un intervento necessario per il trattamento dei tumori al seno, la radioterapia ha effetti collaterali molto gravi a livello locale.
L'azione negativa della radioterapia sui tessuti mammari non si limita al periodo delle cure, ma prosegue nel tempo, anche per anni, aumentando il rischio di complicanze estetiche e funzionali.

La gestione di un seno radiotrattato deve essere affidata a chirurghi plastici esperti sia in fase di ricostruzione, sia durante la guarigione.
Le tecniche di ricostruzione mammaria più indicate in questi casi sono interventi avanzati come il lipofilling pre e post-operatorio e la ricostruzione con lembi senza l’utilizzo di protesi.
In caso di complicazioni da radioterapia, la scelta del trattamento più adeguato sarà valutata dal chirurgo in base alle esigenze della singola paziente, avviando un percorso personalizzato con il fine di ottenere i migliori risultati funzionali ed estetici.

Durata: 2 ore
Anestesia: locale dell'arto

Il linfedema può svilupparsi a seguito di un'operazione chirurgica, in particolare dopo una dissezione ascellare o inguinale per l’asportazione di linfonodi. Il linfedema consiste nell’accumulo di liquido linfatico negli arti, con conseguenti aumento di volume, dolore e limiti funzionali di vario grado. Grazie alle tecniche di microchirurgia e supermicrochirurgia dei vasi linfatici, è possibile drenare il liquido in eccesso dagli arti, riducendo volume, dolore e sintomatologie. L'intervento avviene attraverso accessi cutanei con incisioni di 2-3 cm e viene eseguita normalmente con l’anestesia dell’arto.

Regime intervento: Ricovero

Post-operatorio: vengono posizionati 1 o 2 drenaggi da rimuovere dopo un paio di giorni. Sarà necessario indossare un bendaggio compressivo e successivamente un supporto elastico per garantire l’adeguato gradiente pressorio linfatico-venoso.

Il rimodellamento consiste nella correzione di difetti piccoli o grandi del seno già operato o del seno con difetti congeniti.
Per ottenere il miglior risultato estetico, è spesso necessario ricorrere alla combinazione di diverse tecniche avanzate. Affidandosi a chirurghi plastici esperti, è ormai possibile correggere adeguatamente praticamente tutte le tipologie di difetto.

Durata: 30 minuti
Anestesia: locale

I noduli e i fibroadenomi sono masse benigne della mammella molto frequenti: si ricorre all'asportazione di neoformazioni benigne al seno per ragioni estetiche, in presenza di dolore oppure nel caso vi siano un rischio trasformazione o una diagnosi poco chiara.

Un chirurgo plastico esperto in chirurgia senologica è in grado di rimuovere masse anche molto voluminose in interventi brevi e poco invasivi, senza lasciare cicatrici o deformazioni visibili. L'obiettivo chirurgico non consiste solo nell’asportazione, ma anche nell'ottenimento del miglior risultato estetico, senza segni chirurgici evidenti.

Regime intervento: Day Hospital con dimissione dopo poche ore

Post-operatorio: il recupero è molto rapido e si può tornare alle attività quotidiane già dal giorno successivo, avendo cura di non fare sforzi e non sollevare le braccia.

Durata: 1 ora
Anestesia: generale

Asimmetrie e malformazioni del seno possono presentarsi in seguito a interventi chirurgici, patologie o semplicemente per caratteristiche personali. Mammelle molto difformi tra loro o morfologie del seno poco gradevoli possono creare un forte disagio e avere un impatto negativo sulla propria autostima. Sono numerose le tecniche di chirurgia che possono essere utilizzate, da sole o in combinazione, al fine di restituire simmetria e armonia al seno e serenità alla paziente: nella maggior parte dei casi, gli interventi sono rapidi, poco invasivi e non presentano complicazioni o decorsi lunghi.

Durata: 30-60 minuti
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con espansore può essere eseguita durante o dopo l'intervento di mastectomia, cioè di asportazione delle ghiandole mammarie. L’operazione consiste nel posizionamento di una protesi ad espansione, chiamata anche espansore o expander, sotto il muscolo pettorale. Tale espansore sarà successivamente gonfiato in Ambulatoriale durante le medicazioni.
Una volta raggiunto tessuto sufficiente, si procede al posizionamento della protesi definitiva per ottenere il risultato estetico desiderato.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Ricostruzione seno con espansore

Ricostruzione mammaria con protesi temporanea
Durata: 1-2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria differita o a distanza di tempo si esegue su pazienti che in passato si sono sottoposte a mastectomia, cioè all'asportazione delle ghiandole mammarie, e non hanno potuto ricostruire immediatamente il seno. È quasi sempre possibile ricorrere alla ricostruzione differita, anche a distanza di anni dall’asportazione delle ghiandole mammarie. Le tecniche utilizzabili per la ricostruzione differita sono l’espansione, il lipofilling o la ricostruzione con lembo. A seconda dei casi specifici, l’operazione può richiedere uno o più interventi, in ogni caso rapidi e privi di complicazioni.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Ricostruzione seno differita

Ricostruzione mammaria a distanza di tempo
Durata: 1 ora
Anestesia: generale

La ricostruzione immediata del seno è un intervento chirurgico che consente di ricreare la forma e il volume del seno subito dopo una mastectomia, ovvero l'asportazione delle mammelle. L'intervento può essere eseguito con diverse tecniche: solitamente si va a inserire una protesi mammaria definitiva, che non va quindi sostituita, che può essere modellata tramite il lipofilling, cioè utilizzando tessuti autologhi della paziente prelevati da altre zone del corpo come addome o schiena. Le incisioni generalmente sono posizionate intorno all'areola, nella piega sottomammaria o lungo la schiena, e lasciano cicatrici che sbiadiscono nel tempo.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Ricostruzione seno immediata

Ricostruzione mammaria con protesi definitiva
Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con lembi è un intervento di chirurgia plastica avanzata che prevede l'utilizzo di tessuto autologo della paziente per la ricostituzione della forma e del volume del seno asportato. Il principale vantaggio dell'utilizzo dei lembi è l'assenza di protesi: sottoponendosi a un unico intervento, la paziente avrà una mammella costituita di solo tessuto autologo che si modificherà insieme al suo corpo, eliminando la necessità di ricorrere a ulteriori operazioni e ritocchi.

L’utilizzo dei lembi è necessario in caso di complicazioni da protesi mammaria o in caso di tessuti debilitati come quelli radiotrattati.

Seppur molto frequenti e considerate ormai interventi di routine da chirurghi plastici esperti, le procedure con lembi sono tecnicamente più complesse delle ricostruzioni con protesi: è quindi fondamentale rivolgersi a un chirurgo plastico esperto come il Dottor Cadenelli.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Ricostruzione seno con lembi

Ricostruzione mammaria con tessuto autologo
Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con il lembo Gran Dorsale è una tecnica di chirurgia plastica avanzata che consiste nel prelievo dalla schiena di cute, sottocute e muscolo gran dorsale per la ricreare il seno asportato. L'intervento viene eseguito per ricostruire il seno dopo la mastectomia o la radioterapia oppure nei casi in cui la ricostruzione con protesi non è possibile. La paziente può scegliere di ricorrere al lembo Gran Dorsale nel caso desideri una ricostruzione del seno totalmente con tessuto autologo.

L'intervento lascia una cicatrice localizzata su un lato del dorso, facilmente nascosta dal reggiseno.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Lembo Gran Dorsale

Ricostruzione seno con muscolo gran dorsale e cute del dorso
Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con lembo TRAM, o muscolo retto dell’addome, consiste nel prelievo di cute e grasso in eccesso dall’addome per ricreare il seno asportato. Il tessuto adiposo e cutaneo viene prelevato come in una normale addominoplastica estetica e ricollocato per ricostituire e riempire la mammella.

L'intervento viene eseguito per la ricostruzione post mastectomia o radioterapia oppure nei casi in cui la ricostruzione con protesi non è possibile. La paziente può scegliere di ricorrere al lembo TRAM nel caso desideri una ricostruzione del seno totalmente con tessuto autologo.

Le cicatrici lasciate dall'operazione saranno le stesse dell'addominoplastica: a livello sovrapubico, nascoste sotto gli indumenti intimi.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Lembo TRAM dell'addome

Ricostruzione seno con muscolo e cute addominale
Durata: 4 ore
Anestesia: generale

La ricostruzione mammaria con lembo DIEP, o lembo perforante dell’addome, è considerato il miglior intervento di ricostruzione mammaria. Si tratta di un intervento di microchirurgia eseguito al microscopio: la cute e l’adipe in eccesso, che normalmente verrebbero asportati con un’addominoplastica estetica, vengono prelevati dall’addome e riposizionati sul torace per ricostruire il seno. L’intervento è eseguito per la ricostruzione post mastectomia o radioterapia oppure nei casi in cui la ricostruzione con protesi non è possibile. La paziente può scegliere di ricorrere al lembo DIEP nel caso desideri una ricostruzione del seno totalmente con tessuto autologo.

Le cicatrici lasciate dall'operazione saranno le stesse dell'addominoplastica: a livello sovrapubico, nascoste sotto gli indumenti intimi.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Lembo DIEP dell'addome

Ricostruzione microchirurgica del seno con lembo perforante dell'addome
Durata: 1-2 ore
Anestesia: generale

L’oncoplastica racchiude tutte le tecniche più avanzate di ricostruzione parziale o totale del seno a seguito di tumore o altra patologia. La scelta personalizzata dell'intervento più adeguato a ciascuna paziente richiede una conoscenza approfondita delle patologie e una grande esperienza nelle tecniche di ricostruzione mammaria: è quindi fondamentale affidarsi a un chirurgo plastico esperto. La giusta tecnica oncoplastica consente in gran parte dei casi una ricostruzione dall'aspetto naturale, sovrapponibile agli esiti della chirurgia estetica, nel rispetto di canoni estetici e desideri della paziente.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Oncoplastica

Ricostruzione seno con tecniche di estetica avanzata
Durata: 30-60 minuti
Anestesia: generale

Il lipofilling è un’innovativa tecnica di chirurgia plastica che consente di aumentare o riempire il volume del seno attraverso il trasferimento del proprio tessuto adiposo. Oltre ad aumentare i volumi, il lipofilling ha il vantaggio di rigenerare i tessuti danneggiati attraverso l’azione delle cellule staminali contenute nel grasso. Nella zona “donatrice”, generalmente cosce o addome, viene eseguita una liposuzione con una cannula attraverso un'incisione di 2-3 mm. Il grasso corporeo aspirato viene trattato per separarne la parte più nobile, che successivamente è iniettata nella mammella in quantità che variano a seconda della taglia di seno che si desidera ottenere. Il risultato è molto naturale e armonico. L’aumento massimo ottenibile è di due taglie circa, a seconda dei casi. Una percentuale di grasso iniettato, che varia dal 30% al 70%, viene riassorbita dall’organismo, quindi un solo trattamento potrebbe non essere sufficiente per ottenere il risultato desiderato.

Regime intervento: Day Surgery con dimissione dopo poche ore

Post-operatorio: la paziente può rincasare già qualche ora dopo l’intervento. Il recupero è rapido e non doloroso: è possibile riprendere le attività quotidiane quotidiane già 24 ore dopo l’intervento e l'attività sportiva dopo qualche settimana

Lipofilling Seno

Aumento del seno con tessuto adiposo e cellule staminali
Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La mastectomia profilattica o preventiva consiste nell'asportazione delle mammelle in caso di familiarità al tumore della mammella o di predisposizione genetica ai geni BRCA1 e BRCA2. Esistono diversi tipi di mastectomia e di ricostruzione post-operatoria, ognuna con un’applicazione specifica per ciascuna paziente, in modo da ottenere il miglior risultato estetico e funzionale. Nella maggior parte dei casi è possibile eseguire mastectomia e ricostruzione durante lo stesso intervento: in questi casi si parla di ricostruzione immediata.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Mastectomia Profilattica

Mastectomia preventiva per predisposizione genetica BRCA
Durata: 2 ore
Anestesia: generale

La mastectomia Skin Reducing si esegue quando una mammella sottoposta a mastectomia necessita di una riduzione perchè di dimensioni troppo grandi. Questa tecnica consente di eseguire una riduzione di tessuto insieme all’asportazione completa della ghiandola mammaria, con un risultato estetico il più delle volte migliorativo.

Regime intervento: Ricovero con dimissione dopo 1-2 giorni.

Post-operatorio: per circa un mese è necessario indossare un reggiseno sportivo senza ferretto, rimanere a riposo e astenersi da sforzi fisici e attività sportiva.

Skin Reducing Mastectomy

Riduzione o mastectomia con ricostruzione immediata

Pur essendo un intervento necessario per il trattamento dei tumori al seno, la radioterapia ha effetti collaterali molto gravi a livello locale.
L'azione negativa della radioterapia sui tessuti mammari non si limita al periodo delle cure, ma prosegue nel tempo, anche per anni, aumentando il rischio di complicanze estetiche e funzionali.

La gestione di un seno radiotrattato deve essere affidata a chirurghi plastici esperti sia in fase di ricostruzione, sia durante la guarigione.
Le tecniche di ricostruzione mammaria più indicate in questi casi sono interventi avanzati come il lipofilling pre e post-operatorio e la ricostruzione con lembi senza l’utilizzo di protesi.
In caso di complicazioni da radioterapia, la scelta del trattamento più adeguato sarà valutata dal chirurgo in base alle esigenze della singola paziente, avviando un percorso personalizzato con il fine di ottenere i migliori risultati funzionali ed estetici.

Radioterapia e Ricostruzione mammella

Ricostruzione seno sottoposto a radioterapia
Durata: 2 ore
Anestesia: locale dell'arto

Il linfedema può svilupparsi a seguito di un'operazione chirurgica, in particolare dopo una dissezione ascellare o inguinale per l’asportazione di linfonodi. Il linfedema consiste nell’accumulo di liquido linfatico negli arti, con conseguenti aumento di volume, dolore e limiti funzionali di vario grado. Grazie alle tecniche di microchirurgia e supermicrochirurgia dei vasi linfatici, è possibile drenare il liquido in eccesso dagli arti, riducendo volume, dolore e sintomatologie. L'intervento avviene attraverso accessi cutanei con incisioni di 2-3 cm e viene eseguita normalmente con l’anestesia dell’arto.

Regime intervento: Ricovero

Post-operatorio: vengono posizionati 1 o 2 drenaggi da rimuovere dopo un paio di giorni. Sarà necessario indossare un bendaggio compressivo e successivamente un supporto elastico per garantire l’adeguato gradiente pressorio linfatico-venoso.

Linfedema e Chirurgia Vasi Linfatici

Microchirurgia del linfedema post dissezione linfonodale

Il rimodellamento consiste nella correzione di difetti piccoli o grandi del seno già operato o del seno con difetti congeniti.
Per ottenere il miglior risultato estetico, è spesso necessario ricorrere alla combinazione di diverse tecniche avanzate. Affidandosi a chirurghi plastici esperti, è ormai possibile correggere adeguatamente praticamente tutte le tipologie di difetto.

Rimodellamento seno

Correzione difetti congeniti o seno operato
Durata: 30 minuti
Anestesia: locale

I noduli e i fibroadenomi sono masse benigne della mammella molto frequenti: si ricorre all'asportazione di neoformazioni benigne al seno per ragioni estetiche, in presenza di dolore oppure nel caso vi siano un rischio trasformazione o una diagnosi poco chiara.

Un chirurgo plastico esperto in chirurgia senologica è in grado di rimuovere masse anche molto voluminose in interventi brevi e poco invasivi, senza lasciare cicatrici o deformazioni visibili. L'obiettivo chirurgico non consiste solo nell’asportazione, ma anche nell'ottenimento del miglior risultato estetico, senza segni chirurgici evidenti.

Regime intervento: Day Hospital con dimissione dopo poche ore

Post-operatorio: il recupero è molto rapido e si può tornare alle attività quotidiane già dal giorno successivo, avendo cura di non fare sforzi e non sollevare le braccia.

Asportazione fibroadenomi e noduli seno

Rimozione masse e neoformazioni seno
Durata: 1 ora
Anestesia: generale

Asimmetrie e malformazioni del seno possono presentarsi in seguito a interventi chirurgici, patologie o semplicemente per caratteristiche personali. Mammelle molto difformi tra loro o morfologie del seno poco gradevoli possono creare un forte disagio e avere un impatto negativo sulla propria autostima. Sono numerose le tecniche di chirurgia che possono essere utilizzate, da sole o in combinazione, al fine di restituire simmetria e armonia al seno e serenità alla paziente: nella maggior parte dei casi, gli interventi sono rapidi, poco invasivi e non presentano complicazioni o decorsi lunghi.

Correzione asimmetria e malformazioni seno

Correzione inestetismi del seno